Via Spaziani 2/A, Isola Della Scala (VR)

Orari

09:00-12:30 15:30-19:30

Chiamaci

+39 045 7301157

No Products in the cart

Via Spaziani 2/A, Isola Della Scala (VR)

09:00-12:30 15:30-19:30
+39 045 7301157

E-learning e Smart Working: cosa ci ha insegnato il 2020

Due termini che sicuramente ricorderemo per un bel po’, e-learning e smart working sono entrati nelle nostre vite come un fulmine a ciel sereno. Ma cosa abbiamo veramente imparato da tutta questa faccenda?

Durante lo scorso lockdown potresti aver letto il nostro articolo riguardante l’importanza di sapere usare il computer nell’ambito della scuola digitale e di quanto questo strumento sia ormai fondamentale per dare (anche) pari opportunità di accesso al mondo dell’istruzione.
A distanza di mesi, in realtà, i dati ci dicono ben altro: la mancanza di infrastrutture adeguate (banda larga o ultralarga) e le scarse competenze tecniche nell’utilizzo di un PC, da parte di insegnanti e genitori, hanno delineato delle marcate disparità tra chi ha accesso a determinate tecnologie e chi invece no.

Nel campo dello smart working, invece, i dipendenti di aziende e i professionisti se la sono cavata un po’ meglio rispetto al mondo della scuola: siamo nel pieno dell’industria 4.0 e strumenti come PC e smartphone sono all’ordine del giorno. Ma anche qui non sono mancate le difficoltà. Nei mesi scorsi molte aziende si sono ritrovate di punto in bianco nel dovere spostare i loro modelli di business da offline a online (ad esempio i ristoranti) per raccogliere ordini, stare in contatto con i clienti o far acquistare i propri prodotti/servizi direttamente dal Web.
Succede dunque che tanti imprenditori, all’ultimo minuto e spinti da un bisogno impellente, si sono rivolti a noi perché:

• i dispositivi (smartphone e computer) che avrebbero dovuto utilizzare non funzionavano correttamente o erano del tutto inutilizzabili;
• PC colmi di malware e virus dovuti ad una mancata assistenza programmata;
• completa assenza di strumenti (alcuni non avevano nemmeno un PC).

Possiamo dire che “l’abbiamo portata a casa” questa volta.
Ma se disgraziatamente dovesse succedere di nuovo una situazione analoga a quella dei primi mesi dell’anno, come si può fare per non rischiare di andare di nuovo nel panico con il lavoro o le lezioni online?

Sappiamo perfettamente che molte cose non dipendono da noi, ma nel nostro piccolo possiamo comunque provare ad arginare i possibili danni. Ecco dunque cosa abbiamo (o meglio, dovremmo avere) imparato dal 2020:

  1. Meglio prevenire che curare (ne abbiamo parlato qualche tempo fa in questo articolo).
  2. Un PC in casa è INDISPENSABILE (meglio se uno a testa, ma da qualche parte bisogna pur iniziare!).
  3. Una connessione internet illimitata è IMPRESCINDIBILE in casa, come l’energia elettrica, il gas e l’acqua.
  4. NON utilizzare il cellulare come hotspot. Rischieresti di surriscaldare il dispositivo inutilmente dato che cellulari e modem portatili NON sono pensati per questo tipo di utilizzo intensivo.
  5. Con il tablet/smartphone faccio le stesse cose che farei con un computer” NO! senza approfondire troppo in tecnicismi, se così fosse i PC sarebbero fuori mercato da 10 anni e vi sarebbe grande quantità di lavoro per oculisti e ottici, tra gli altri.

Tutto chiaro?
Se hai bisogno di aiuto noi siamo qui per darti tutto il supporto di cui hai bisogno. Contattaci qui!